Anne Hathaway e il suo matrimonio all’insegna della natura

anne hathaway

Anne Hathaway, la star del Diavolo veste Prada, il 29 settembre 2012 ha fatto il grande passo con il suo fidanzato Adam Shulman.
Erano quattro anni che stavano insieme. A luglio hanno annunciato di aspettare un bimbo! Quale miglior modo per coronare il loro amore, se non con un matrimonio?

In realtà i due attori di Hollywood stavano organizzando tutto già dal novembre 2011, ma l’arrivo del primo erede ha fatto anticipare la data delle nozze.
Anne e Adam hanno scelto una cerimonia molto intima e semplice a Big Sur in California, con soli 100 invitati. Anne ha optato per un abito da sposa che è stato l’apoteosi del romanticismo . A “confezionarglielo” è stato Valentino in persona, che è molto legato alla giovane attrice americana. Il tema del matrimonio è stato quello legato alla natura. Sono state quindi, delle nozze, all’insegna della semplicità.

L’unica nota stonata, se così possiamo chiamarla, era la chioma di Anne, che si è dovuta tagliare i capelli per esigenze di set, e ha scelto una cuffietta che non la valorizzava al massimo. A lei però perdoniamo tutto, visto che è il sinonimo della classe e dello stile.
Anne e Adam dopo il matrimonio hanno deciso di vendere i profitti delle foto per aiutare la comunità gay, ma anche per sostenere altre cause benefiche.

anne hathaway 2A celebrare la cerimonia sono stati un prete e un rabbino, visto che la sposa è cattolica ma lo sposo è ebreo. Come abbiamo detto il tema del matrimonio è stata la natura e il suo rispetto, tanto che agli invitati è stato detto di indossare scarpe comode adatte alle escursioni, visto che per raggiungere il luogo della cerimonia, bisognava camminare su un sentiero brullo e tortuoso immerso nel verde, che li ha condotti sotto un baldacchino nuziale ebraico chiamato chuppah.
Il menù del matrimonio è stato vegano dal momento che Anne è vegana e animalista: tutti i prodotti erano a kilometro zero.
Non ci rimane che fare, tanti auguri agli sposi!

Foto prese da Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top