Stiamo per trattare un tema cruciale per molte coppie che stanno per fare il grande passo: il primo ballo del matrimonio!
Ragazzi, ebbene sì, vi tocca, è inutile che cercate di scappare
!
Sono anni che la vostra fidanzata vi ha chiesto: "Amore facciamo un corso di danza?", voi puntuali aumentavate il volume della radio in macchina per non sentire! Ora se le davate ascolto non vi trovereste in questo bel pasticcio. Lo so siete negati, quando ballate vi sentite peggio del tronchetto della felicità che vi hanno regalato per la casa nuova, e la vostra ultima serata in discoteca è stata quando andava Thriller di Micheal JacksonSe però la vostra fidanzata ve lo chiede il giorno del matrimonio, quel giorno potrete anche accontentarla no?

balloViceversa da quando anche i suoi amici fanno i balli latino americani per lui è diventata un'ossessione! Ha voluto provare a tutti i costi, avete accettato entusiaste pensando che fosse facile. Nei film e nei programmi sembrava semplice (ogni sabato sera non vi siete perse una puntata di Ballando Sotto le Stelle, per prepararvi psicologicamente). Sin dalla prima lezione vi siete rese conte che invece è difficilissimo, non solo, voi siete negate! Lui invece ancheggia, tiene il ritmo e si diverte tantissimo!
Ora vuole ballare al vostro matrimonio, ma voi vi vergognate da morire non volete far vedere "al mondo intero" che voi e il ritmo non andate d'accordo!

ballo_4Naturalmente se siete entrambi due ballerini provetti i problemi sono a zero, questo perché sono mesi che state preparando una coreografia d'effetto come quelle che si vedono su You Tube. Bellissima è quella che abbiamo pubblicato sulla nostra pagina di Facebook. Una coppia Julia and James si sono divertiti a ritmo di Dirty Dancing! Stupendo!
In quale di queste situazioni vi ritrovate? Naturalmente essere come Julia and James è veramente difficile, infatti per noi comuni mortali il grande ballo può creare qualche crisi di autostima!

ballo_2Il primo ballo è comunque un momento emozionante e se lo prendete con lo spirito giusto e con spensieratezza sono sicura che vi divertirete. È questo l'atteggiamento giusto:  divertirsi. Nel ballo il segreto è quello di mettersi semplicemente in gioco!
Innanzitutto nessuno starà lì a vedere quanto siete bravi, d’altronde gli invitati sono persone a cui voi volete bene e non staranno lì con il dito puntato a prendervi in giro!
Certo questo sempre se a leggere questo articolo non è Kate la fidanzata del principino Williams, forse lì qualcuno vi guarderà! 

Ci sono dei piccoli consigli da prendere in considerazione per garantire il successo della vostra performance!
La prima regola è che sono naturalmente gli sposi ad aprire le danze. Se siete dei tipi classici, intramontabile è il valzer. Secondo tradizione, se optate per questo stile di ballo, ad aprire le danze sarà il padre con la sposa, dopo due minuti si avvicina lo sposo per continuare il ballo, lì il padre cede la sua “piccola” al genero. Questo gesto simboleggia il taglio del legame con la casa e l’inizio della sua nuova vita.

ballo_3Da quel momento il padre della sposa invita a ballare la madre dello sposo, mentre il padre dello sposo la madre della sposa. Insieme balleranno allo stesso ritmo per festeggiare la nuova famiglia che è appena nata.

Visto che però non siamo nell’Ottocento potete scegliere qualsiasi stile di ballo per aprire le danze. Una coppia di miei amici ha fatto un splendida coreografia a ritmo di salsa. Lei con il suo abito vaporoso è stata ammirevole! Per non parlare di lui, che ha lasciato a bocca aperta i presenti, tra cui i genitori che non avevano idea che il figlio fosse così bravo a ballare!
Il secondo ballo (se non avete fatto il valzer) è invece tra la sposa e il padre e lo sposo e la suocera. Qui ragazzi mi raccomando chiedete prima se gradisce il gesto, sennò evitate e ballate con vostra madre.
Per il terzo ballo
i protagonisti saranno la sposa con il suocero e lo sposo con la madre.
Ora comincia la festa! Tutti possono cominciare a ballare! Buon divertimento!

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) Cookie Policy.

Chiudi avviso